ATTIVITA' REGOLAMENTATE

Le attività regolamentate sono disciplinate da specifiche norme, che ne subordinano l'esercizio al possesso di particolari requisiti morali e tecnico-professionali e che prevedono la presentazione di una denuncia di inizio attività alla Camera di commercio (Registro delle Imprese o Commissione Provinciale per l'Artigianato). 

Rientrano nelle attività regolamentate le:
  • Imprese di Installazione impianti D.M. 37/2008
  • Imprese di Pulizia L. 82/94
  • Imprese di Autoriparazione L. 122/92
  • Imprese di Facchinaggio L. 57/2001
  • Imprese di Commercio Ingrosso D.Lgs 114/1998 - D.Lgs 59/2010
La Legge 30 luglio 2010 n.122, all’art. 49, comma 4-bis, ha riformulato l’art. 19 della Legge 241/90 ed ha introdotto la "Segnalazione Certificata di Inizio Attività" (SCIA) in sostituzione della "Dichiarazione di Inizio Attività" (DIA).
In applicazione dell’art.49- comma 4-bis- a far data dal 31 luglio per esercitare una delle attività verificate l’impresa deve presentare la Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA).

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (SCIA):
  • deve essere trasmessa al Registro delle Imprese, il giorno dell’inizio dell’attività economica (la data di inizio attività denunciata, deve corrispondere a quella della presentazione della SCIA, pertanto non può essere antecedente alla data di presentazione della segnalazione alla Camera di Commercio);
  • deve essere trasmessa telematicamente in allegato a "ComUnica";
  • deve contenere le autocertificazioni necessarie per documentare il possesso dei requisiti professionali, morali previste dalle normative;

L’Amministrazione, entro il temine di 60 giorni, procederà alla verifica della segnalazione e delle dichiarazioni e certificazioni poste a suo corredo e, in caso di verificata assenza dei requisiti e dei presupposti di legge, adotterà provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività', salvo la regolarizzazione della stessa entro il termine di 30 giorni. 

Avvertenza: dal 1° gennaio 2012, l’ufficio procederà al rifiuto delle pratiche telematiche sprovviste di allegato SCIA o SCIA incomplete, con la conseguenza della perdita dei diritti e bolli.

La nuova modulistica avrà applicazione obbligatoria a partire dal 1° dicembre 2011.

Unioncamere in data 20 ottobre 2015 ha trasmesso, a tutte le Camere di Commercio d’Italia, la nota del 13 ottobre 2015 dell’Agenzia delle entrate – Direzione Generale della Lombardia, in risposta ad un interpello formulato dalle Camere di Commercio lombarde, nella quale nota è stato chiarito che non è dovuta la TCG (tassa di concessione governativa) per la presentazione al Registro delle Imprese o al REA, della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA ) per le attività di installazione di impianti, autoriparazione, pulizia, facchinaggio ed ingrosso, nonché per le attività di agente e rappresentante di commercio, agente di affari in mediazione, mediatore marittimo e spedizioniere.

Per quanto sin qui esposto, pertanto, a partire dal 21/10/2015 NON dovrà più essere allegata la TCG alle pratiche  telematiche riguardanti le attività appena citate.

RIFERIMENTI E CONTATTI

Sede/i:
Area 2 "Registro Imprese"
Via Emerico Amari, 11
90139 - Palermo
Servizio Ruoli ed Elenchi 7° piano.
 
Riferimento/i:
Sig. Maurizio Agugliaro (Funzionario)
Sig.ra Francesca Lo Verde (Istruttore Direttivo)
Sig. Antonio Pagano
Sig. Francesco Lo Cascio
 
Orari di ricevimento:
Lun-Mer-Ven dalle 9:00 alle 12:30
Mer dalle 15:30 alle 17:30
 
Email:
Sig. Maurizio Agugliaro - maurizio.agugliaro@pa.camcom.it
Sig.ra Francesca Lo Verde - francesca.loverde@pa.camcom.it
Sig. Antonio Pagano - antonio.pagano@pa.camcom.it
Sig. Francesco Lo Cascio - francesco.locascio@pa.camcom.it