PREMIO LIBERO GRASSI 2011

Il Consiglio Camerale della Camera di Commercio di Palermo e tutte le organizzazioni che essa rappresenta, ha deliberato, nella seduta del 29 novembre c.a. di dedicare l’anno 2011 a:

"LA LOTTA AL RACKET IN MEMORIA DI LIBERO GRASSI"

In quest’ottica, anche per il 2011, la Camera di Commercio con il suo Sportello Legalità è accanto a Solidaria nella nuova edizione del "Premio Libero Grassi"

Il bando di concorso, rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado su tutto il territorio nazionale, è intitolato "LIBERIAMOCI DAL RACKET".
Manifestazione conclusiva del  Premio Libero Grassi 2011

Il 26 maggio, alle ore 10,30, presso la sala Terrasi della Camera di Commercio di Palermo, ha avuto  luogo la manifestazione di premiazione della VII edizione del Premio Libero Grassi, che anche quest'anno la cooperativa sociale onlus” Solidaria” di Palermo ha realizzato con il sostegno dello Sportello Legalità della Camera di Commercio di Palermo e di Confcommercio Nazionale ed in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e con l’adesione di Transparency International Italia, il Consorzio Romero di Reggio Emilia, il Coordinamento Libero Grassi di Salerno, il Festival dell'Impegno civile – Terre di Don Peppe Diana di Castel di Principe, l’Associazione Con le Armi della Cultura di Roma, Telejato di Partinico, Pentapolis di Milano.
 Quest’ultima edizione del Premio ha assunto un significato del tutto particolare coincidendo con il ventesimo anniversario del barbaro assassinio di Libero Grassi e la manifestazione si è aperta con l'intervista che l'imprenditore rilasciò alla trasmissione Rai Samarcanda nel 1991, poco prima di essere assassinato.

L'intera manifestazione è stata trasmessa in streaming sul portale Legalità dell'agenzia ANSA.

Il concorso "Liberiamoci dal racket", rivolto alle scuole italiane di ogni ordine e grado, ha registrato una partecipazione straordinaria: 102 le scuole iscritte, 335 gli elaborati presentati per le quattro sezioni del concorso. 
Queste le scuole premiate:
  • ITG Vincenzo Accardi di Campobello di Mazara (TP), per il miglior banner antiracket, premiato dal Procuratore Capo di Palermo, Francesco Messineo;
  • Arianna Tascone, studentessa del liceo scientifico tecnologico Enrico Mattei di Vasto (CH), vincitrice della sezione "lettera al caro estortore", premiata dal Presidente di Solidaria, Salvatore Cernigliaro;
  • Istituto professionale Elsa Morante di Sassuolo (MO) per il migliore spot audio dal titolo “Liberiamoci dal racket”, premiato dal Presidente della Camera di Commercio di  Palermo, Roberto Helg;
  • Istituto di istruzione superiore statale Carlo Gemmellaro di Catania, per il miglior spot video dal titolo "La mafia è un'eredità che non dobbiamo permettere", premiato dal Presidente della Commissione nazionale Sicurezza e Legalità di Confcommercio, Luca Squeri e dal Presidente della Camera di Commercio di Catania e Vicepresidente Confcommercio nazionale, Piero Agen.
Queste scolaresche hanno vinto un viaggio premio di Turismo responsabile a Palermo e provincia che si è svolto dal 26 maggio fino al 28 maggio.

Sono stati assegnati, inoltre, 3 premi speciali, voluti dalla famiglia Grassi,  consistenti in una lavagna interattiva multimediale, ai seguenti istituti collegati in videoconferenza:

  • Scuola Media inferiore Aldo Moro di Santo Spirito (BA), per la sceneggiatura di uno spot audio dal titolo "Divorzia dal pizzo e sposa la tua libertà";
  • Liceo Ginnasio Buratti di Viterbo, per la sceneggiatura di uno spot video dal titolo "La libertà per alcuni è solo sulla carta";
  • Istituto d’Istruzione superiore Zanelli di Reggio Emilia, per la sceneggiatura dello spot video dal titolo "Il risveglio".